Home News ed Eventi Articoli Abitazioni e manutenzione: la nuova frontiera del costruire.
PDF Stampa Email
Giovedì 26 Febbraio 2009 18:07

Abitazioni e manutenzione: la nuova frontiera del costruire.

E’ da tempo che, in Morbiato, ci pensiamo. Nelle nostre riunioni l’idea di arrivare a proporre quello che, ancora,  in Italia non c’è è grande! Per questo, sebbene non siamo ancora giunti a realizzarla, ne vorremo cominciare a parlare per conoscere l’opinione anche dei visitatori del nostro sito.

Ebbene, tutto nasce da una riflessione. Chi compra un’abitazione, un ufficio o un edificio industriale spesso sa che, oltre al costo reale dell’immobile, sarà necessario, negli anni, investire una cifra più o meno consistente per la sua manutenzione. Ovviamente, non sempre siamo così virtuosi, visto che, oggi, molte delle abitazione, ad esempio, in vendita, dimostrano tutti gli anni di abbandono nel quale sono state lasciate. Eppure, la manutenzione, se ben condotta, permette di garantire nel tempo il valore del bene e, allo stesso, mantiene in perfetta salute tutte le funzioni vitali del locale e, con lui, anche le nostre.

Da qui nasce l’idea che si intreccia in maniera indissolubile con la nostra visione dell’essere impresa di costruzioni. In azienda non rincorriamo le facili economie e siamo consapevoli  della responsabilità che, come costruttori, ci assumiamo ogni volta che realizziamo un nostro intervento.

Il passo, quindi, per noi, è stato abbastanza breve. Se, come crediamo, costruire bene è un valore per noi, per il Progettista e per il Committente, perché non arrivare,  insieme al progettista,  ad esprimere anche un  progetto che tenga conto della corretta manutenzione?  Non sarebbe un’ottima occasione per garantire, nel tempo, il valore economico e sociale del bene?

Una sfida. L’abbiamo detto. Per noi e per i progettisti che volessero realizzarla insieme a noi. Cosa ne pensate?
Commenti
RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!
Antonio Morbiato  - Risposta agli interventi inseriti   |2009-04-06 10:18:12
Grazie  a tutti per le osservazioni ed i contributi.

E’ vero, questa strada
è ancora all’inizio e gli elementi da tener presente sono molti, a monte e a
valle del processo, come ben dice Gherardo Pertile.  
Noi la stiamo immaginando
per le nuove costruzioni ma concordo con Moravio Pianegonda, la possibilità di
applicare questa modalità anche agli edifici già esistenti potrerebbe portare
ad un vantaggio, anche in termini di sbocchi lavorativi.
Gli ostacoli da
superare non sono solo concettuali ma, anche, di metodo: come  trovare il
giusto mix tra esigenze progettuali, costi di costruzione, di manutenzione e
quantum per il Cliente finale? Quali e con quali modalità realizzare il tutto,
anche in termini organizzativi? Insomma, se  l’obiettivo è consolidare
l’investimento immobiliare e mantenere efficiente il patrimonio costruttivo
del nostro paese, la strada da percorre è ancora tutta da tracciare. E, in
...
Moravio Pianegonda  - Consulente Finanziario Geom.   |2009-03-04 11:48:59
La manutenzione, riferita a qualsiasi tipo di articolo soggetto ad usura nel
tempo, è molto importante.Direi fondamentale per alcuni settori, come quello da
te illustrato.
C'è da capire se tale prevenzione viene eseguita solo su
immobili di futura costruzione oppure viene applicata anche negli edifici già
esistenti.
E' un'iniziativa molto valida e che porterebbe a sbocchi lavorativi
veramente interessanti e notevoli, come portata.
Fondamentale trovare
l'applicabilità di tale costo nel tempo, cioè come spalmarlo (se all'interno
del mutuo, al momento dell'acquisto etc.).
Milan Edi  - agente immobiliare   |2009-02-27 11:22:30
Nelle stime immobiliari il livello di manutenzione incide notevolmente e non mi
riferisco solo all'unità individuale ma al complesso immobiliare dov'è
inserita.

Quindi ben venga una progettazione che consolidi nel tempo
l'investimento immobiliare.

In bocca al lupo!
Gherardo Pertile  - Archietto   |2009-03-04 18:36:49
...è da tempo che ci penso anch\'io, e studiare un sistema del genere è
pure un nostro obiettivo, aggiungerei anche un altro parametro, quello dello
smaltimento e riciclaggio dei materiali in sede di manutenzione e
sostituzione...
Andrea Piantoni  - geometra   |2009-02-26 20:01:03
L\'idea mi sembra ovviamente valida... rimane l\'altrettanto ovvia
curiosità di conoscere il progetto nei dettagli.
Attendo news!!!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Lunedì 22 Novembre 2010 08:42