Home News ed Eventi News 02.12.2008 Credito d'imposta solo su prenotazione
PDF Stampa Email
02 dicembra 2008. Il sole 24 Ore

LA MANOVRA ANTI-CRISI |Le misure fiscali.

Credito d'imposta solo su prenotazione

Cancellati gli automatismi per tutti i bonus
di Marco Bellinazzo, Milano


In futuro non ci saranno più crediti d'imposta, nè altri incentivi fiscali "automatici". I bonus di questo tipo, invece, potranno essere fruiti solo «nei limiti dei relativi stanziamenti di bilancio, delle autorizzazioni di spesa, ovvero delle previsioni di minori entrate». Questo vuoI dire che andranno tempestivamente "prenotati" e che i soggetti interessati potranno beneficiarne, esclusivamente, «fino all'esaurimento delle risorse finanziarie».


A formalizzare questo rigoroso criterio di finanza pubblica è l'articolo 29, comma 1 del DL anti-crisi (decreto legge 185/08), che, dal punto di vista tecnico, estende a tutti i crediti d'imposta «le disposizioni di cui ai commi 1 e 2, dell'articolo 5, del decreto legge n. 138 del 2002». Disposizioni volute proprio da Giulio Tremonti - allora ministro dell'Economia nel Governo Berlusconi II - per garantire la puntuale copertura degli incentivi concessi dall'Erario.

Gran parte dei premi fiscali (da quelli per le assunzioni nelle aree svantaggiate a quelli per gli investimenti al Sud, la «488»), infatti, sono ormai incanalati nell'ambito procedure che prevedono la presentazione di una richiesta preliminare all'agenzia delle Entrate e sono subordinati alla concreta disponibilità degli stanziamenti.

Ora però il principio che impone per ogni tipo di credito d'imposta uno specifico accantonamento nel bilancio statale, esaurito il quale l'aiuto si blocca, viene elevato a norma generale e potrebbe trovare applicazione con riguardo a tutti i benefici concessi pervia tributaria.

Il DL anti-crisi (articolo 29), del resto, ha condizionato in questo modo l'accesso al credito d'imposta riconosciuto per le spese in attività di ricerca varato con la Finanziaria 2007, ma anche la possibìlità di godere dello sconto d'imposta collegato alla riqualificazione energetica degli immobili - il cosiddetto 55% che costituisce una mera detrazione. Ma sono ispirati alle stesse regole contabìli anche altri interventi (sì veda la scheda a fianco), come le misure relative alla parziale deducibilità (il 10%) dell'Irap da Ires e Irpef.

L'articolo 6 del DL 185/08 chiarisce, così, che per chi ha già presentato istanza di rimborso deIl'Irap pagata negli anni scorsi la quota sarà restituita. Ma anche chi non lo ha già fatto potrà recuperare il10% dell'Irap versata, tramite istanza telematica alle Entrate, per i periodi d'imposta non ancora caduti in prescrizione, di fatto entro quattro anni dall'avvenuto pagamento.

I rimborsi saranno eseguiti secondo l'ordine cronologico di presentazione delle istanze ed entro il tetto dei fondi disponibili: 100 milioni per il 2009, 500 milioni per il 2010 e a 400 per il 2011.
 

Commenti
RSS
Solo gli utenti registrati possono inviare commenti!

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Lunedì 16 Novembre 2009 15:41